Sweet Potato
My profileBlog consigliatiLinksPost

________________________________________________________________________________________
giovedì 23 maggio 2013 | 17:15 | 0 Commenti

Ebbene si, eccoci qui! Bentornati, era una vita che non scrivevo su questo blog, a volte ho avuto proprio la voglia di chiuderlo, non me la sentivo molto di scrivere. Credo che questi momenti possano capitare a tutti, in fondo poi cosa ci trovate d'interessante qui? Solo mie lamentele forse, anche se non è sempre così per fortuna. Comunque, passando al titolo di questo post, oggi vorrei tornare a parlarvi del mondo del lavoro puntando il dito contro uno dei tag che vanno più di moda quest'anno negli annunci delle relative offerte: BELLA PRESENZA. Si, provate ad andare su siti come: bakeka.it (che odio vederlo scritto così, ma ok, viva l'originalità) ebay annunci.it, etc. etc. al 90% qualsiasi annuncio di lavoro richiede la "bella presenza". Sì, ve la chiedono per fare qualsiasi cosa, anche la più banale che non richiede chissà quale specializzazione. Ora, io ho ben 27 anni, sono disoccupata, e non ho di certo questi requisiti: altezza, bellezza, magrezza... cosa dovrei fare? Mi devo sparare? Tutte le volte che ho trovato lavoro non sono stata altro che sfruttata. Tutte le volte che mi sedevo a parlare con il cosiddetto "boss", questo guardava dal seno in giù. Ho anche ricevuto proposte del tipo: "ti do questo lavoro e in cambio tu fai qualche favore a me". MA CHE SCHIFO!  Non mi venderei mai per una cosa simile, preferirei dormire sotto i ponti e patire la fame piuttosto. Io non riesco a capire perché chi ha voglia di lavorare non lo possa tranquillamente fare, non dico nel proprio Paese, ognuno è libero di andare dove gli pare, ma in tutto il mondo inevitabilmente la gente guarda solo ed unicamente l'aspetto fisico. Non riesco a capire chi dice: "eh, ma se io vado in un negozio di abbigliamento sono più attratto da una bella commessa alta e magra, piuttosto che da una un po' in carne etc." e tutti a dire: "si si, bravo, se io dovessi assumere qualcuno farei la stessa cosa, è così, le cose funzionano così, non c'è niente da fare al mondo, hai ragione!". E liquidano tutto con un non c'è niente da fare, la storia va così. No, non l'accetto, scusate tanto, non riesco proprio ad accettarlo. Non lo accetto per il semplice fatto che le industrie ci hanno svezzato così, che oramai i nostri cervelli sono condizionati: stra figa con le tettone = merce acquistabile anche da chi non ha un centesimo bucato in tasca. Vi rendete conto? Siamo schiavi del commercio, delle industrie, della pubblicità, di chiunque, siamo schiavi, non siamo padroni di noi stessi, non siamo in grado di pensare alla qualità piuttosto che alla quantità. Ci hanno convinti che ci serve assolutamente l'ultimo modello di iphone, l'ultimo modello di scarpe, l'ultima borsa Prada, altrimenti non sopravviveremmo. Ci hanno convinti che ci serve guardare tutti i programmi spazzatura a qualsiasi costo altrimenti non avremmo altro di cui parlare con le amiche. Ci hanno convinti che siamo dei poveri sfigati se non possiamo permetterci le vacanze estive, che non abbiamo possibilità di successo nella vita se non abbiamo una laurea. Siamo schiavi, schiavi, schiavi! Servi dei servi, dei servi, dei servi, dei servi... come diceva una famosa canzone dei 99Posse. Rendiamoci conto, dobbiamo avere la consapevolezza che non siamo padroni di noi stessi, ed ecco che allora spuntano come funghi gli annunci che richiedono assolutamente la bella presenza, altrimenti ti puoi impiccare e passare tutta la tua vita senza lavorare. Per non parlare poi della clausola "esperienza". Cioè, questa fa proprio ridere: come cavolo me la faccio l'esperienza se nessuno mi assume perché richiedono esperienza? Diventa inevitabilmente un circolo vizioso a cui tutti partecipano, nessuno escluso. Chi ha la fortuna di aprirsi un'attività propria deve fare i conti con il mondo di oggi che ci vuole tutti allineati, sorridenti e stampati con luci violacee, rosa e bianche come una foto di istangram. Io sinceramente dico NO a tutto questo sistema che ci ha fatto il lavaggio del cervello fin da quando eravamo in fasce. Mi sembra che sia giunto il momento di svegliarsi, anzi è giunto oramai da tempo. Vorrei alzarmi la mattina, un giorno qualsiasi, e sentire le persone dire: "oggi non vado a comprarmi la Coca Cola, vado a comprarmi una bottiglia di vino locale". Si, perché poi c'è tutto il discorso dei prodotti. Ieri leggevo una storia su Topolino (si, leggo topolino e ho 27 anni, se avete qualche problema sono affari vostri, non miei!), era molto interessante e mi è spuntato un sorriso sulle labbra leggendo perché pensavo a quanti bambini l'avrebbero letta e avrebbero imparato finalmente qualcosa. Praticamente la storia faceva notare come siano meglio i prodotti a km.0, ma non meglio intesi come qualità, quelli sono gusti, migliori intesi come bassissime emissioni di CO2, bassissimi consumi, sviluppo economico del proprio territorio ed anche salvaguardia dell'ambiente. Purtroppo le varie pubblicità, film, telefilm, perfino gli anime, ci fanno il lavaggio del cervello dicendoci che abbiamo BISOGNO di certi prodotti che vengono da lontano, che non vivremmo senza le multinazionali o il cibo "puccioso" colorato di rosa del Giappone. Qualsiasi cosa desiderassimo potremmo facilmente trovarla sotto casa. Basterebbe che ognuno di noi imparasse a coltivare un proprio orticello, basterebbe appunto comprare solo i prodotti a km.0, basterebbe spegnere la tv o il computer di tanto in tanto e vedere cosa si può fare al di fuori di qui. Scusate, forse può sembrare che io abbia divagato dal mio tema centrale, ma in fondo non è proprio così, perché tutto questo si ricollega, perché se uno ci pensa bene, la chiave sta proprio nel fatto di prendere coscienza partendo da queste piccolissime cose e soprattutto cercare di divulgarle per poterle insegnare agli altri. Non che siamo chiamati a fare gli insegnanti, i maestrini della situazione... per carità, ci mancherebbe altro. Però penso che se io so una determinata cosa e la divulgo, sia che la gente la sappia già, o che non la sappia proprio, ho fatto la mia parte. Vi ho illustrato un modo di vedere le cose, siete liberi di criticare il modo, di riderci su, oppure di prenderlo sul serio, farlo vostro e divulgarlo ulteriormente. La libertà è dominio di tutti, l'importante è decidersi ad usarla. 






PAST FUTURE


_______________________________________
◕ Disclaimer ◕


Benvenuti nel mio blog! Have fun <3
Francy
_______________________________________
◕Shout here◕

Spazio per gli gridare al mondo gli scazzi settimanali!

_______________________________________
◕ Big Claps ◕

Basecode : Ana Min- Ji
Template : Sya Syahirah
Header : OneWifey
Tutorial : OneWifey
BestView : Google